Domanda:
Chi ha scoperto che oggetti diversi accelerano alla stessa velocità a causa della gravità?
winwaed
2014-10-31 21:03:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il concetto di accelerazione costante per diversi oggetti dovuta alla gravità (alla stessa altezza e ignorando gli effetti atmosferici) è solitamente attribuito a Galileo. In realtà, Galileo ha semplicemente reso popolare il concetto con il suo esperimento di pensiero sulla Torre di Pisa (cosa succede se si lascia cadere una palla di cannone e una palla di moschetto dalla cima della Torre di Pisa?).

John Dee (elisabettiano England) era ben consapevole del concetto e non lo riteneva particolarmente degno di nota, il che implica che fosse un concetto ben noto tra i suoi colleghi.

Allora chi è stata la prima persona a scoprire questo concetto non intuitivo?

Cosa intendi per accelerazione costante? Intendi il fatto che la gravità accelera * oggetti diversi * alla stessa velocità (come una piuma e un martello), o ti riferisci al fatto che l'accelerazione dovuta alla gravità su un * singolo * oggetto in caduta è costante fino in fondo lungo la discesa?
Oggetti diversi di massa diversa alla stessa velocità
Ho anche aggiornato un po 'il titolo e il testo, nel tentativo di chiarire
Una risposta:
#1
+11
Michael Weiss
2014-11-01 01:21:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dai commenti, sembra che tu stia davvero chiedendo il fatto che (trascurando l'attrito dell'aria) oggetti diversi cadono con la stessa accelerazione. Prima che il concetto di accelerazione fosse completamente compreso, gli studiosi lo formulavano in modo diverso: oggetti diversi impiegano lo stesso tempo per cadere a una determinata distanza.

Si dice che Giovanni Filopono, nel VI secolo, abbia eseguito la "Torre di Pisa "esperimento (tranne non con quella torre); la Stanford Encyclopedia of Philosophy ha un ampio articolo su di lui e la voce di Wikipedia contiene questa citazione dai suoi lavori:

Ma questo [ punto di vista di Aristotele] è completamente errato, e il nostro punto di vista può essere completamente corroborato da un'osservazione effettiva più efficacemente che da qualsiasi tipo di argomento verbale. Infatti se lasci cadere dalla stessa altezza due pesi, uno molte volte più pesante dell'altro, vedrai che il rapporto dei tempi necessari per il movimento non dipende [esclusivamente] dai pesi, ma che la differenza di tempo è molto piccolo.

The Science of Mechanics in the Middle Ages di Marshall Clagett è un riferimento classico su questo argomento; contiene molte fonti originali (in traduzione), con ampie discussioni.

Ho cercato di chiarire un po 'la questione .. Riferimenti interessanti - Sono sorpreso di non aver sentito parlare di Filopono prima, e ha senso che Galileo si riferisse molto a lui.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...