Domanda:
Quanti anni ha il processo di revisione tra pari nell'editoria scientifica?
Peabody
2014-10-31 21:23:56 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Tutto è nel titolo, ma solo per espandere la questione, mi chiedo se in passato (e quando) ci fosse un processo di pubblicazione simile al processo di revisione tra pari. In caso contrario, significa che chiunque potrebbe diffondere ampiamente i suoi risultati senza alcun controllo?

Correlato: http://hsm.stackexchange.com/questions/480/when-did-anonymous-peer-review-appear-and-what-were-the-motivations-behind-it Quella domanda chiede non solo quando ma perché, di cui vorrei saperne di più.
Ho letto in un articolo una volta, ma troppo tempo fa per ricordare dove, che solo uno degli articoli di Einstein è stato rifiutato dalla revisione tra pari, e si è infuriato per l'intera idea e lo ha immediatamente presentato da qualche altra parte (negli anni '30) - ma prendi tutto con un pizzico di sale fino a trovare la fonte.
@MariusKempe: La storia è che nel 1936 Einstein ha presentato un documento sulle onde gravitazionali a Physical Review. È stato referenziato da Howard Robertson e il rapporto di 10 pagine è stato critico. Einstein ha risposto esprimendo la sua indignazione per il fatto che l'articolo fosse stato mostrato "agli specialisti prima che fosse stampato" e spiegando che l'avrebbe presentato altrove, cosa che ha fatto (la versione pubblicata differisce dalla versione originale). Un breve resoconto è a p. 495 della biografia di Einstein di Pais. Un account più lungo è disponibile in un articolo 2005 di Physics Today di Daniel Kennefick, e ci sono altri account.
Due risposte:
#1
+9
Franck Dernoncourt
2014-11-01 02:03:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Wikipedia ha una bella pagina sul processo di revisione tra pari, che include una sezione sulla sua storia:

La prima revisione tra pari pre-pubblicazione editoriale registrata processo è stato presso la Royal Society di Londra nel 1665 dal fondatore editore di Philosophical Transactions della Royal Society, Henry Oldenburg. Nel 20 ° secolo, la revisione tra pari è diventata comune per gli stanziamenti di finanziamenti per la scienza. Questo processo sembra essersi sviluppato indipendentemente da quello della revisione paritaria editoriale.

La prima pubblicazione sottoposta a revisione paritaria potrebbe essere stata il Medical Essays and Observations pubblicato dalla Royal Society of Edinburgh nel 1731. L'attuale peer -sistema di revisione si è evoluto da questo processo del XVIII secolo.

Un prototipo di processo professionale di revisione tra pari è raccomandato nell'Etica del medico scritta da Ishāq ibn ʻAlī al-Ruhāwī (854–931). Il suo lavoro afferma che un medico in visita deve prendere appunti duplicati delle condizioni di un paziente ad ogni visita. Quando il paziente era guarito o era morto, gli appunti del medico venivano esaminati da un consiglio medico locale di altri medici, che avrebbe deciso se il trattamento aveva soddisfatto gli standard di assistenza medica richiesti.

La revisione tra pari ha è stata a lungo una pietra di paragone del metodo scientifico, ma era stata eseguita solo da redattori in capo o comitati editoriali fino alla fine del XIX secolo.

Wikipedia indica anche alcune cose molto interessanti, risorse complete:

Interessante. Non pensavo che questa domanda mi avrebbe riportato al IX secolo! ... anche se terrò il XVIII secolo come la migliore risposta. E grazie per aver estratto i riferimenti appropriati.
#2
+6
user22
2014-11-01 01:43:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Secondo l'articolo Peer Review in 18th-Century Scientific Journalism (Kronick, 1990), afferma che la peer review aveva i suoi antecedenti nel XVII secolo e che

gli inizi della "peer review" sono spesso associati alla Royal Society of London quando ha assunto la responsabilità ufficiale delle transazioni filosofiche nel 1752

Tuttavia, secondo l'articolo Gli alti e bassi della peer review (Benos et al. 2007) suggeriscono che il sistema di peer review scientifico avesse le sue basi a Edimburgo all'inizio del XVIII secolo, dall'articolo:

Fu solo nel 1731 che la Royal Society of Edinburgh pubblicò Medical Essays and Observations, la prima raccolta di articoli medici sottoposti a revisione paritaria

Dove l'editore della rivista

ha distribuito i saggi inviati per la revisione a persone che considerava "molto versate in queste materie

C'era una dichiarazione di non responsabilità er anche allora che gli articoli sottoposti a revisione paritaria significavano necessariamente che il contenuto dell'articolo era veritiero o accurato e affermava che

Come sempre, gli autori che hanno presentato la presentazione erano in ultima analisi responsabili della qualità e della veridicità del la propria ricerca

Tuttavia, un punto importante sottolineato da entrambi gli autori è che ci sono stati molti casi di editori che hanno esercitato politiche e metodi differenti per garantire la veridicità degli articoli scientifici, con Benos et al. affermando:

Lo sviluppo della revisione tra pari è stato graduale e alquanto casuale. Diversi editori hanno utilizzato diversi stili di revisione tra pari.

Grazie per i riferimenti e i dettagli originali. Vorrei poter unire la tua risposta con quella di Franck Dernoncourt ...


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...