Domanda:
Potrebbe essere avvenuta la rivoluzione industriale ad Alessandria ellenistica?
Paul Siegel
2014-11-06 05:05:13 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Uno dei miei scienziati preferiti nella storia è Hero of Alexandria, che ha inventato una varietà di dispositivi meccanici intelligenti nel I secolo d.C., molto prima che il loro potenziale economico fosse realizzato. Tra questi vi sono la macchina a vapore, l'energia eolica, i "programmi per computer" meccanici e una sorta di distributore automatico. Mi sembra che se le sue idee fossero state prese sul serio avrebbero potuto innescare una rivoluzione industriale con secoli di anticipo, e mi chiedo perché ciò non sia accaduto.

Una spiegazione che ho sentito è che all'epoca l'economia si basava in gran parte sul lavoro schiavo e quindi c'era poca richiesta di processi industriali efficienti, ma in qualche modo questo sembra insoddisfacente. Se non altro, le applicazioni militari di questa tecnologia non sono state esplorate? Questa domanda potrebbe richiedere un po 'più di speculazione di quanto si possa desiderare, ma sarei interessato se qualcuno potesse commentare aspetti del contesto storico che hanno mitigato l'impatto delle scoperte di Hero.

Potrei usare un po 'di aiuto con i tag ...
Sicuro. Cosa avevi in ​​mente?
Può sembrare un po 'prematuro, ma la considererei una domanda meritevole se non avesse risposta entro la fine della settimana. Potresti estenderlo anche ad altre epoche.
scusate nessun riferimento, ma la spiegazione che ho sentito era che dispositivi come il motore di Hero o il meccanismo di Antikythera sono stati inventati per dimostrare o comprendere la natura piuttosto che invenzioni per salvare o migliorare il lavoro, perché i greci erano più interessati alla "filosofia" che all'industria
A proposito, questa è la centesima domanda del sito.
Due risposte:
#1
+10
Alexandre Eremenko
2014-11-06 19:26:50 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questa è una domanda molto interessante che mi ha occupato per molto tempo. Sono d'accordo con L. Russo sul fatto che una "rivoluzione scientifica" sia realmente avvenuta nella Grecia ellenistica. In realtà è successo 2 secoli prima dell'epoca di Hero, all'epoca del primo Tolomeo. Lo stesso Hero probabilmente non era un grande inventore, è famoso soprattutto perché il suo libro è sopravvissuto. A differenza dei libri di grandi scienziati dell'epoca precedente. Il fatto è che la rivoluzione scientifica è iniziata e terminata in meno di 200 anni. Al tempo di Hero science ad Alessandria era già in un profondo declino (se confrontato con il periodo di 200 anni prima).

Non c'è una spiegazione chiara del perché ciò sia accaduto, ma questa storia mostra che per una rivoluzione industriale, la rivoluzione scientifica non è sufficiente. Ci vogliono alcune condizioni sociali per una rivoluzione industriale, e queste non erano presenti a quel tempo.

Le invenzioni scientifiche (dell'epoca PRIMA di Hero, quando avvenne la vera rivoluzione scientifica) furono effettivamente utilizzate nella tecnologia, specialmente in la tecnologia militare. Motori militari avanzati, navi enormi furono costruite in epoca ellenistica (vedi "Helepolis", "Leonrophoros", "artiglieria greca e romana" su Wikipedia, come alcuni esempi notevoli). Ma solo sparsi indizi di questo rimangono nella letteratura sopravvissuta.

È vero che il declino della scienza e della tecnologia coincise con il tempo della conquista romana. Ma non sono sicuro che la conquista romana fosse la vera ragione di ciò. (Se la società ellenistica fosse una società industrializzata, come l'avrebbero conquistata i romani?) Un'altra cosa è che i romani presero in prestito e adottarono quasi tutta la cultura ellenistica, perché non adottano anche la scienza e la tecnologia? I romani annessero l'Egitto poco prima dell'epoca in cui visse Hero. La scienza era già in declino.

La scuola di Alessandria non fu distrutta dai romani, esisteva da diversi secoli dopo la conquista romana, e nel II secolo d.C. produsse Tolomeo, che visse ai tempi di Traiano, e nel III secolo vi era Diofanto. La scienza ad Alessandria è completamente scomparsa solo con la diffusione del cristianesimo. Questo dimostra che i romani non hanno "eliminato" o perseguito la scienza, l'hanno tollerata. Semplicemente non gli importava.

Questo è davvero strano. C'erano molti romani istruiti, alcuni addirittura scrivevano di scienza (Plinio, Strabone, Plutarco), ma non erano interessati a farlo! Non è possibile trovare veri matematici o astronomi in tutta la storia di Roma, anche se c'erano certamente alcuni ingegneri. (Ovviamente Tolomeo visse nell'impero romano, e probabilmente era un cittadino romano, ma nessuno lo considera un "romano").

Il breve periodo di sviluppo esplosivo della tecnologia terminò una generazione prima di Hero. (E apparentemente ci fu un breve risveglio circa 100 anni dopo, intendo Tolomeo). E secondo me, il motivo per cui la scienza non ha portato a una vera rivoluzione industriale risiede da qualche parte nell'organizzazione sociale della società. Che si trattasse di schiavitù o meno, non ne sono sicuro. Ma sembra che il "capitalismo" sia un prerequisito necessario per una vera rivoluzione industriale :-)

EDIT. A mio avviso, un altro buon esempio, che le grandi scoperte scientifiche non portano necessariamente a rivoluzioni industriali, è la storia della scienza in Cina. Gli antichi cinesi inventarono la carta e, secondo alcune fonti, anche la stampa. Questa secondo me è un'invenzione molto più grande di una macchina a vapore. La stampa è stata inventata in Europa nel XV secolo, e guarda le conseguenze! E confrontali con le conseguenze di queste invenzioni in Cina. Lo stesso nel settore militare: i cinesi hanno inventato la polvere da sparo, i razzi e probabilmente le pistole. E cosa è successo a tutta questa artiglieria quando gli europei sono arrivati ​​in Estremo Oriente? I cinesi hanno dovuto adottare la tecnologia europea. Ci sono molti esempi come questo. I militari dell'impero bizantino erano probabilmente molto avanzati. Avevano navi avanzate e avevano questo misterioso "fuoco greco". Ma furono sconfitti da una civiltà tecnologicamente meno avanzata e tutte le loro invenzioni furono dimenticate. Penso che sia successo qualcosa di simile alla civiltà ellenistica.

Eccezionale. Questo è il tipo di risposta che speravo.
#2
+6
mau
2014-11-06 18:25:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Lucio Russo sostiene nel suo La rivoluzione dimenticata che una rivoluzione potrebbe essere avvenuta nel primo periodo ellenistico, che i romani distrussero questo ( non vedendo alcun vantaggio evidente: anche la descrizione delle opere di Archimede a Siracusa fu aggiunta più tardi e vista più come una storia mitica) e che le opere di Eroe erano solo una copia di ciò che era stato fatto due secoli prima. Questo spiegherebbe perché le sue macchine erano per lo più giocattoli.

Non compro tutte le tesi di Russo, ma se siete interessati a quel periodo storico vale la pena una lettura seria.

Le stesse cose che ho detto per la risposta di Alexandre valgono anche per la tua. Bello!


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...