Domanda:
Come e quando ci si rese conto che le ofioliti rappresentavano pezzi di crosta oceanica?
winwaed
2014-11-02 22:47:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Le ofioliti sono sequenze distintive di roccia, tipicamente ricoperte da sedimenti seguite da rocce di base (lave a cuscino, dighe rivestite e gabbro) seguite da ultramafici (ad es. dunite).

Anche se l'esatto processo di posizionamento ha evolutisi nel tempo, questi sono generalmente riconosciuti come pezzi di crosta oceanica che sono stati "ostruiti" sui continenti.

Come e quando ci si è resi conto che le ofioliti potevano essere spiegate come pezzi di crosta oceanica?

Una risposta:
#1
+6
HDE 226868
2014-11-02 23:15:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il primo posto in cui ho cercato, Wikipedia, ha dato una risposta abbastanza buona.

Il termine risale al XIX secolo, ma è stato usato per la prima volta nell'attuale contesto solo circa 50 anni fa, quando Frederick Vine e Drummond Matthews lo usarono

per rappresentare la formazione di nuova crosta sulla dorsale oceanica e la sua successiva diffusione simmetrica da quella cresta.

Questo è stato ispirato dalla scoperta di

strisce magnetiche di anomalia sul fondo marino

In altre parole, pezzi strani sotto il mare quello non avrebbe dovuto essere dove si trovavano, o con le stesse caratteristiche che avevano, relative ai campi magnetici.

Altro lavoro chiave è stato svolto da Ian Graham Gass et. al., che ha trovato un pezzo di un'ofiolite che

deve essersi formato per estensione ripetitiva della crosta e intrusione di magma, risultando in una formazione composta al 100% da dighe senza rocce murarie più antiche conservate all'interno il complesso.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...