Domanda:
Scoperta del campo magnetico terrestre
plannapus
2014-10-29 13:38:01 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Le bussole vengono utilizzate per vari motivi dal II secolo aC, e per la navigazione in particolare dall'XI secolo.
Quando si è capito che la ragione per cui indicava il Nord aveva qualcosa a che fare con una proprietà intrinseca della Terra? In breve, quando si è scoperto che la Terra possiede un campo magnetico?

Tre risposte:
#1
+12
Danu
2014-10-29 14:03:41 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Come si è scoperto, alcuni filosofi del 1200 sapevano già che alcuni tipi di rocce tendono naturalmente a ruotare per puntare a nord. Tuttavia, non avevano idea del perché: ad esempio, si pensava generalmente che gli aghi di compas fossero attratti dalla Stella Polare.

Alcuni lavori più seri sulle bussole (ad esempio la scoperta della " caduta magnetica") furono svolti per la prima volta da Norman, verso la fine del XVI secolo. Tuttavia, non ha nemmeno capito che le bussole si basano sul campo magnetico della Terra stessa. Il primo a capirlo è stato William Gilbert, noto anche come il padre della scienza magnetica. Nella sua opera accademica primaria, pubblicata con il nome De Magnete, Magneticisque Corporibus, et de Magno Magnete Tellure o, più brevemente, De Magnete ha concluso - sulla base di esperimenti effettuati su un pianeta modello - che la Terra stessa può essere considerata come un gigantesco magnete (come si riflette nel titolo stesso), attribuendola correttamente al nucleo di ferro del nostro pianeta. Così, William Gilbert fu il primo a rendersi conto che la Terra possiede un campo magnetico intrinseco.

Per inciso, è interessante notare che Gauss fu in effetti il ​​primo a misurare accuratamente il campo magnetico terrestre e adattarlo alle armoniche sferiche per comprenderne le variazioni.

Fonte (a parte Wikipedia).

Grazie per il chiarimento sul link :) Ottima risposta, comunque!
Per chi fosse interessato, * De Magnete * può essere trovato sul [Project Gutenberg] (http://www.gutenberg.org/ebooks/33810).
Una risposta ben referenziata +1.
@plannapus ho aggiunto una fonte migliore.
#2
+5
user22
2014-10-29 14:09:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per aggiungere alla risposta di Danu,

Secondo la pagina web del GNS della Nuova Zelanda Scoperta del campo magnetico terrestre, dal lavoro di William Gilbert che conclude che il pianeta ha agito come un magnete gigante, ci sono voluti diversi secoli per determinare il meccanismo effettivo del motivo per cui la Terra si comporta in questo modo, poiché si è scoperto che

È diventato gradualmente evidente che l'ovvia teoria, che la Terra è composta da rock, non era corretto, poiché le rocce perdono il loro magnetismo alle temperature rilevate a qualsiasi profondità significativa all'interno della terra.

È stato nel 20 ° secolo che la proprietà intrinseca del campo magnetico accettata da tutto il mondo divenne più chiara , con

Larmor suggerì nel 1919 che una dinamo autoeccitante potesse spiegare il campo magnetico della terra, così come quello del sole e di altre stelle, ma erano Elsasser e Bullard nel 1940 che hanno mostrato come il movimento nel nucleo liquido della terra potrebbe produrre un campo magnetico autosufficiente.

Grazie per la risposta! Per coloro (come me) interessati, Larmor (1919) può essere trovato su [archive.org] (https://archive.org/details/cbarchive_123167_howcouldarotatingbodysuchasthe1920).
#3
  0
FrankV
2018-06-30 14:33:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La risposta di Danu è vera per le culture europee. Ma secondo https://www.gns.cri.nz/Home/Our-Science/Earth-Science/Earth-s-Magnetic-Field/Discovery-of-the-Earth-s-magnetic-field ma i cinesi erano 1200 anni avanti a loro.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...