Domanda:
Qual è la verità dietro "The Turk" (la macchina per gli scacchi meccanica)?
Amit Tyagi
2014-11-06 23:49:24 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È stato alla luce della calce per più di un secolo (dalla fine del XVIII secolo alla fine del XIX secolo). Dicono che sia stato ispezionato e trovato falso. Ma cosa c'era di falso in questo. Ci sono storie che questa macchina ha vinto la maggior parte delle partite giocate. Non solo ha vinto partite di scacchi, ma è stato in grado di completare facilmente il giro del cavaliere (un famoso puzzle di scacchi). Con quali giocatori di scacchi più esperti di quel tempo hanno lottato.

Significa che Kempelen (che ha creato questo) era lui stesso un genio o una specie di giocatore di scacchi campione del mondo di quel tempo?

Qualcun altro sta prendendo in considerazione un tag [tag: chess]?
Da allora, gli scacchi sono incentrati sulla permutazione e la combinazione (matematica). Vedo anche domande in arrivo in futuro, che potrebbero richiedere questo tag.
Ok, ecco il tag.
Una risposta:
#1
+7
HDE 226868
2014-11-07 00:52:57 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ricordo vagamente di aver appreso del turco in un documentario su Gary Kasparov e il suo incontro con Deep Blue. Sembrava davvero impressionante, anche se in realtà non era un robot automatizzato per giocare a scacchi.

Ecco il pertinente articolo di Wikipedia. Ancora una volta, non lo userò come fonte primaria, ma penso che il seguente passaggio di Wikipedia arrivi al nocciolo della questione:

Il turco era in realtà un'illusione meccanica che ha permesso a un maestro di scacchi umano nascosto all'interno di azionare la macchina. Con un abile operatore, il turco vinse la maggior parte delle partite giocate durante le sue manifestazioni in Europa e nelle Americhe per quasi 84 anni, giocando e sconfiggendo molti sfidanti tra cui statisti come Napoleone Bonaparte e Benjamin Franklin. L'operatore (i) all'interno del meccanismo durante il tour originale di Kempelen rimane un mistero.


Citerò un passaggio da qui, riassumendo come il macchina funzionante:

Il segreto del Turco Meccanico è stato mantenuto per oltre 50 anni: la macchina era un'illusione elaborata e conteneva un compartimento ingegnosamente nascosto che ospitava un operatore umano. Questo maestro di scacchi nascosto poteva osservare la posizione sulla scacchiera in alto e manipolare i movimenti del turco.

Da qui, abbiamo una visione leggermente più approfondita riepilogo (anche se non sono molto soddisfatto della fonte; puoi ignorarla se vuoi):

Come ha funzionato

Anche se molte persone avevano intuito che la macchina avesse effettivamente un operatore che lavorava dall'interno, pochi erano in grado di capire esattamente come funzionava. Si ipotizzava che l'operatore dovesse essere un bambino per entrare nell'armadio, o che qualcuno fosse effettivamente in bilico parzialmente all'interno della figura che muoveva i pezzi.

In effetti, l'operatore all'interno dell'armadio si è seduto su un sedile scorrevole, consentendo loro di regolare la propria posizione mentre un presentatore ha aperto le porte per mostrare cosa si supponeva stesse accadendo all'interno della macchina. Nel corso degli anni, un certo numero di giocatori di scacchi di talento sono stati responsabili del gioco, il che aiuta a spiegare perché la macchina ha perso raramente, tranne quando si trovava contro la concorrenza d'élite. Dall'interno dell'armadio, l'operatore poteva vedere una versione magnetica della tavola che reagiva al movimento dei pezzi sopra (ognuno aveva un forte magnete alla sua base) in modo che fossero in grado di tenere traccia della posizione. Le leve consentivano il movimento del braccio del turco e l'apertura e la chiusura della sua mano, il che rendeva possibile muovere i pezzi a comando.

Da qui, otteniamo una ricreazione della macchina. Qui (dal sito) fa parte del meccanismo che controlla il braccio:

enter image description here

Ecco un'immagine dei meccanismi del braccio: enter image description here

Infine, vado a questa pagina, dove troviamo alcune informazioni chiave:

L'esperto di scacchi a scomparsa era angusto, caldo, doveva azionare varie leve e lavorava a lume di candela. Ma aveva due vantaggi rispetto ai suoi avversari:

  1. Aveva quasi sempre il Bianco e quindi faceva la prima mossa;
  2. Poteva esplorare, anche se solo brevemente, varianti alternative del suo secondo set di scacchi, in effetti cheat.
Quindi, ci sono due aspetti della macchina a) Meccanico b) Intelligenza. La meccanica (a) sembra comprensibile. Ma stiamo dicendo che l'intelligenza (b) proveniva totalmente da un cervello umano (da qualcuno nascosto sotto la scatola). Trovo un po 'difficile acquistare questo punto. Perché, un uomo che fa questo da circa 85 anni, deve essere un genio. E, per un tale uomo che rimane nascosto al mondo per più di 80 anni, sembra di nuovo misterioso. Se ci fossero più geni degli scacchi nascosti nel corso del tempo. Poi anche per ognuno di loro allenarsi a giocare in tali condizioni non è stato facile.
Da quello che sono stato in grado di raccogliere, c'erano diverse persone nascoste nella scatola nel corso della storia del funzionamento della macchina. Erano tutti abbastanza intelligenti e presumibilmente piccoli.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...