Domanda:
Considerato un passo avanti ai suoi tempi, quasi dimenticato al giorno d'oggi
Wrzlprmft
2014-11-05 04:56:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nei commenti su questa domanda sulla fisica sull'utilità di costosi esperimenti come il CERN, è avvenuta la seguente breve discussione:

C'è mai stata una importante risultato scientifico di base che non ha portato ad applicazioni pratiche entro i prossimi duecento anni?


Non c'è un forte pregiudizio di selezione? Se qualcosa non ha portato a nulla nei prossimi duecento anni, probabilmente ce ne siamo dimenticati, indipendentemente da quanto fosse un grosso problema in quel momento.

Mentre il il secondo argomento è davvero valido, mi chiedo se ci sia un buon esempio per questo. Più precisamente e con lievi deviazioni dall'ispirazione, cerco quanto segue:

  • Un risultato scientifico che può essere considerato scienza di base nel senso che non si trattava principalmente di applicazione per cominciare.
  • Questo risultato è stato considerato una svolta ai suoi tempi da fonti importanti (in particolare non da persone che traggono vantaggio dall'esagerare qualcosa come una svolta).
  • Né questo risultato né successori sono considerati rilevanti oggi. Non esiste un'applicazione tecnologica rilevante (né c'è mai stata) e non compare nei libri di testo moderni di nessuna disciplina.
  • Il risultato non è stato negativo, come la falsificazione della teoria dell'etere.
  • Il risultato deve essere reale, ad es. non dovrebbe essere dovuto a errori sperimentali.
@Wrzlprmft Penso che non si possa mescolare "nessuna applicazione tecnologica * rilevante *" e "[non] rilevante (punto)". Molte scoperte in matematica o astrofisica non hanno (non?) Alcuna applicazione tecnologica (= tecnologicamente non rilevante) ma sono nei libri di testo. Se rimuovi anche quest'ultima cosa, il risultato probabilmente non è mai stato un vero "passo avanti", per definizione.
@Peabody: Ho aggiunto intenzionalmente il criterio del libro di testo e quindi sto davvero cercando esempi che probabilmente non sono mai stati un vero passo avanti, se lo desideri, ma sono stati considerati uno a quei tempi.
@Wrzlprmft In effetti, questo è nel titolo della tua domanda "Considerato un passo avanti a suo tempo". Nella mia mente una svolta non dipende dall'epoca in cui è stata fatta ma capisco cosa intendi ... anche se non ho risposta da suggerire!
Sentiamo quotidianamente parlare di "scoperte nella vaccinazione contro l'HIV" che in realtà non portano a nulla ... Considereresti questa una risposta valida?
@VicAche: Quelle "scoperte" sarebbero molto vicine all'applicazione per cominciare, ma soprattutto, non credo che siano considerate scoperte da qualcuno che non sia giornalisti incompetenti o calcolatori che esagerano (ma non sono un esperto su questo argomento). Inoltre, non ricordo di aver sentito alcuna notizia su una svolta nella vaccinazione contro l'HIV da parte di media rispettabili per tutta la mia vita. (Ho specificato la domanda riguardante la notabilità della dichiarazione rivoluzionaria.)
Cinque risposte:
#1
+10
Conifold
2014-11-06 07:19:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci proverò, ma a rigor di termini le tue condizioni escludono praticamente tutto. I progressi considerati tali da persone competenti e non inclini all'esagerazione probabilmente erano "reali" in un certo senso, col senno di poi forse per ragioni sbagliate. Ciò che una volta era considerato "reale" non lo è più, i vecchi modelli che erano visti come progressi e avevano un senso ai loro tempi sono oggi visti come errori, a causa dell'oblio o delle scarse capacità di misurazione. Qualsiasi cosa che descriva un fenomeno una volta avrebbe un moderno "successore" che descrive quel fenomeno, e i libri di testo moderni di solito hanno sezioni storiche che descrivono bocconcini poco conosciuti di tempi ormai lontani. Quindi gli esempi seguenti potrebbero non essere quello che stai cercando.

Modello eudossiano di sfere omocentriche, primo modello geometrico in astronomia che ha sapientemente riconciliato movimenti circolari uniformi (richiesto da Pitagorici e Platone per corpi celesti) con movimenti disordinati e retrogradi dei pianeti. Successivamente fu soppiantato dal modello epicicloidale di Apollonio che durò fino a Copernico.

Coppia di Tusi che ha risolto il problema di rappresentare il movimento latitudinale senza una componente longitudinale nell'astronomia epiciclica. Quando un cerchio rotola senza scivolare all'interno di un altro cerchio due volte la sua dimensione, tutti i punti sulla sua circonferenza oscillano lungo linee rette, c'è un video curioso che lo presenta come una "illusione ottica". La coppia di Tusi influenzò Copernico, ma ovviamente cadde nell'oblio insieme all'astronomia epiciclica.

Il flogisto di Stahl consentiva di trattare quantitativamente lo scambio di calore e la combustione, ma alla fine fu rifiutato quando Lavoisier chiarì l'ossidazione processi.

Il catastrofismo di Cuvier, una teoria che spiega l'apparente sostituzione di specie nella documentazione sui fossili prima della teoria dell'evoluzione di Darwin.

La costruzione di invarianti di forme binarie di Gordan alla fine del XIX secolo gli valse il titolo di "re degli invarianti". Sfortunatamente, i suoi metodi (costruttivi) non potevano essere estesi oltre le forme binarie. Dopo il teorema di base (non costruttivo) di Hilbert, la teoria invariante classica, insieme al risultato di Gordan, cadde nell'oscurità. "Questa non è matematica; questa è teologia" è attribuito aneddoticamente a Gordan.

Tutti questi esempi hanno un tema comune. Viene fatto un passo avanti in un framework successivamente sostituito da uno più avanzato, in cui non si traduce.

#2
+7
KCd
2015-01-23 20:17:17 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'approccio di Andre Weil alla geometria algebrica, esposto nel suo libro Foundations of Algebraic Geometry, è stato un passo avanti per il suo tempo perché era il primo linguaggio per la geometria algebrica che poteva gestire varietà algebriche astratte che non erano a priori sottovarietà di affine o spazio proiettivo (analogo alla distinzione tra sottovarietà dello spazio euclideo e varietà astratte). I Fondamenti di Weil hanno fornito la terminologia e il punto di vista del campo per circa 10 anni nella metà del XX secolo.

L'approccio di Grothendieck alla geometria algebrica, basato su schemi e non direttamente sul lavoro di Weil, ha completamente soppiantato i Fondamenti di Weil per la misura in cui i Fondamenti di Weil sono in gran parte dimenticati oggi e importanti documenti degli anni '50 e successivamente scritti nella lingua dei Fondamenti di Weil sono molto difficili da leggere a meno che non possano essere tradotti nella lingua moderna. Vedi https://mathoverflow.net/questions/36979/some-arithmetic-terminology-universal-domain-specialization-chow-point per una discussione di questo ultimo punto e il capitolo 8 di Reid's Undergraduate Algebraic Geometry ( http://homepages.warwick.ac.uk/staff/Miles.Reid/MA4A5/UAG.pdf) per un confronto delle tre principali ondate di rigore nella geometria algebrica nel 20 ° secolo. Sebbene l'approccio di Grothendieck possa essere considerato un successore di quello di Weil, non era un discendente logico e quindi penso che questo esempio si adatti alla domanda.

#3
+4
Rodrigo A. Pérez
2017-09-26 07:37:41 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Teoria della catastrofe di Rene Thom Dopo che Thom li ha classificati, ci fu una frenesia di affermazioni su come le catastrofi fossero un modello universale per cambiamenti improvvisi nelle situazioni della vita reale . I teoremi matematici sono validi, ma la prospettiva delle applicazioni è morta rapidamente e oggi nessuno parla di catastrofi.

#4
+1
fdb
2015-01-23 20:37:40 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Pensiamo a qualcosa di più controverso: che ne dici della teoria di Freud dell'Io, del Super-io e dell'Es; qualcuno crede ancora a queste cose?

Il primo problema qui è se la psicoanalisi sia una scienza. Questo è [fortemente contestato] (http://en.wikipedia.org/wiki/Psychoanalysis#As_a_field_of_science) e il tuo uso della parola * believe * lo supporta. Anche se accettiamo la psicoanalisi come scienza e non "crediamo in queste cose", questo sarebbe escluso dal mio ultimo criterio ("Il risultato deve essere reale").
La psicoanalisi si definisce una branca della medicina. Lo stesso Freud era un professore alla facoltà di medicina.
Perdonate la mia brusca, ma: e allora?
La psicoanalisi freudiana è forse il peggior esempio di lavoro che da allora sia stato dimenticato. Anche la maggior parte dei laici e dei bambini hanno una certa familiarità con esso a questo punto.
#5
+1
Otto
2017-06-19 00:49:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

"C'è mai stato un importante risultato scientifico di base che non abbia portato ad applicazioni pratiche entro i prossimi duecento anni?"

Teoria degli insiemi transfiniti.

Può essere considerata scienza di base nel senso che non riguardava principalmente l'applicazione.

Questo risultato fu considerato un passo avanti a suo tempo da fonti importanti come Hilbert e molti altri matematici.

Né questo risultato né i suoi successori sono considerati rilevanti oggi per qualsiasi applicazione pratica in scienze come la fisica, la chimica, la biologia, la tecnologia.

Non esiste un'applicazione tecnologica rilevante (né è mai esistita) e non compare nei libri di testo moderni di qualsiasi disciplina scientifica.

Il risultato non è stato negativo, ma un'invenzione di nuove nozioni.

Solo l'ultima condizione non è soddisfatta.

"... non compare nei libri di testo moderni di nessuna disciplina scientifica" - si possono facilmente trovare centinaia di esempi di libri di testo moderni che discutono di numeri transfiniti. Per scegliere un esempio casuale, Chaos: The Science of Predictable Random Motion di Richard Kautz, capitolo 14.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...